ALBURNI. Provinciale 342, la strada fatta riaprire dal caparbio interessamento di una banca locale. IL RACCONTO

 

Domani riapre la SP342

In prima linea la Banca Monte Pruno

Arriva una notizia positiva per i cittadini degli Alburni.
Sabato 7 ottobre p.v., alle ore 10:00, verrà riaperta la SP 342 che collega i Comuni degli Alburni al Vallo di Diano.
Una vicenda lunga che ha portato troppi disagi ai cittadini e che ha visto il forte interessamento della Banca Monte Pruno e del Comune di Roscigno.

Domani riapre la SP342

In questi giorni, infatti, la Provincia di Salerno ha trasmesso l’Ordinanza di parziale apertura al transito della SP 342.
Tale provvedimento riguarda tutti i veicoli aventi portata inferiore 3,5 tonnellate con esclusione di camion, autobus e mezzi adibiti a trasporto speciale.
Prescritto anche il limite di velocità di 30 km/h.
È consentito, invece, il transito ai minibus, adibiti al trasporto scolastico, con massimo 16 posti.
Spetta al Comune di Roscigno, invece, l’istituzione di un servizio di vigilanza che possa verificare la presenza di anomalie sul tratto stradale.

L’inaugurazione si svolgerà proprio sulla SP342 alla presenza di diverse autorità.
La vicenda della SP342 ha visto il grande interessamento della Banca Monte Pruno che si è fatta carico di sostenere importanti costi connessi all’agibilità dell’arteria, tra cui studi geologici, manto stradale e segnaletica.

Finalmente riusciamo – ha dichiarato il Direttore Generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese – nel nostro intento di dare dignità ai cittadini degli Alburni. È stato un lavoro lungo, ma fatto in forte sinergia con il Comune di Roscigno e la Provincia di Salerno, grazie, in particolar modo, al Sindaco Palmieri ed il Dirigente Ranesi.
Ora, però, bisogna proseguire nel nostro percorso comune, passando alla fase che dovrà portare all’apertura completa a tutti i mezzi di trasporto, tutelando anche gli imprenditori che fanno impresa in territori come gli Alburni ed il Cilento, garantendo servizi e posti di lavoro. Nei prossimi giorni, insieme al Comune di Roscigno, chiederemo alla Provincia di attivarsi all’apertura. 

ANTONIO MASTANDREA

Foto del profilo di Banca Monte Pruno
Banca Monte Pruno
bancamontepruno@gmail.com
Mostra dettagli

Senza categoria

Informazioni su orestemottola

BIOGRAFIA A MODO MIO Oreste Mottola è nato a Altavilla Silentina nel 1960. Il diploma in agraria è del 1979 dopo aver abbandonato gli iniziali studi liceali. Nell’anno prima del terremoto, evento spartiacque per la sua generazione, due viaggi lo influenzeranno molto. Con l’amico Rosario Lucia, quasi come nei “diari della motocicletta” di Che Guevara, percorreranno l’intera Valle del Calore – luogo a lui fino a quel momento sconosciuto – e, da quel punto in poi, ai problemi del comprensorio tra Vallo di Diano e Cilento dedicherà il suo impegno civile prima ancora che professionale. Nell’isola spagnola di Maiorca è protagonista di un raduno giovanile internazionalista dedicato al Mediterraneo. Invece di spiccare il volo per ben altri lidi resta qui, tra Paestum e il Cervati, Persano e monte Motola. Giornalista, è stato per quasi vent’anni collaboratore del quotidiano “Il Mattino”. Attualmente è in forze al settimanale “Unico”. E’ autore di diverse pubblicazioni editoriali, tra le quali “I paesi delle Ombre”, ed. Magna Graecia

Precedente GIALLO MAJORANA- La verità del pronipote. "Nessuna fuga. Vero il passaggio per il Cilento. Ucciso dal fuoco amico". Un'intervista a Avvenire Successivo PAESTUM. La rivoluzione Cristiana l'avvia Angelo Quaglia