Roccadaspide ricorda i primi 50 anni del “Tuffatore” riportato alla luce a Paestum

“La tomba del Tuffatore a 50 anni dalla scoperta”

Zuchtriegel, direttore dell’area archeologica di Paestum, colloquia con Gabriele uliano, sindaco di Roccadaspide

 

È stato un convegno molto interessante quello che si è svolto nel suggestivo Castello dei Principi Filomarino di Roccadaspide, organizzato dal Dirigente dell’Istituto di Istruzione Superiore “Parmenide” di Roccadaspide, Prof. Mimì Minella, sul tema “La tomba del Tuffatore a 50 anni dalla scoperta”.

Con la presenza del Direttore del Parco Archeologico di Paestum, Dott. Gabriel Zuchtriegel, del Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, Dott.ssa Luisa Franzese, e gli interventi della Dirigente Scolastica dell’Istituto Ancel Keys di Castelnuovo Cilento, Prof.ssa Maria Masella, dello storico e ricercatore, Prof. Avv. Nicola Di Dario e del Sindaco di Roccadaspide, Avv. Gabriele Iuliano, si è discusso del valore storico e culturale che la civiltà greca ha avuto e continua ad avere per la Città di Paestum ma anche per i territori confinanti. Si è parlato inoltre delle importantissime scoperte archeologiche che si sono succedute negli anni, e dell’importanza della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del Parco Archeologico di Paestum come elemento di crescita e di sviluppo di tutto il Cilento.

Numerosi i Dirigenti Scolastici presenti, i Sindaci ed Amministratori locali: è stata significativa la presenza degli alunni dell’I.I.S. di Roccadaspide, in particolare di quelli che frequentano l’indirizzo alberghiero, che hanno coadiuvato gli insegnanti e gli chef dell’Istituto Alberghiero di Roccadaspide, guidati dal Prof. Raffaele Longo, e dell’Istituto Alberghiero di Castelnuovo Cilento, guidati dal Prof. Alfonso Santoro, nella realizzazione di pietanze e piatti speciali. I piatti sono stati preparati con i prodotti locali tipici della dieta mediterranea, e sono stati molto apprezzati da tutti gli intervenuti, che hanno potuto degustare al ricco buffet allestito per l’occasione.

Area degli allegati

Senza categoria

Informazioni su orestemottola

BIOGRAFIA A MODO MIO Oreste Mottola è nato a Altavilla Silentina nel 1960. Il diploma in agraria è del 1979 dopo aver abbandonato gli iniziali studi liceali. Nell’anno prima del terremoto, evento spartiacque per la sua generazione, due viaggi lo influenzeranno molto. Con l’amico Rosario Lucia, quasi come nei “diari della motocicletta” di Che Guevara, percorreranno l’intera Valle del Calore – luogo a lui fino a quel momento sconosciuto – e, da quel punto in poi, ai problemi del comprensorio tra Vallo di Diano e Cilento dedicherà il suo impegno civile prima ancora che professionale. Nell’isola spagnola di Maiorca è protagonista di un raduno giovanile internazionalista dedicato al Mediterraneo. Invece di spiccare il volo per ben altri lidi resta qui, tra Paestum e il Cervati, Persano e monte Motola. Giornalista, è stato per quasi vent’anni collaboratore del quotidiano “Il Mattino”. Attualmente è in forze al settimanale “Unico”. E’ autore di diverse pubblicazioni editoriali, tra le quali “I paesi delle Ombre”, ed. Magna Graecia

Precedente BUSILLO e CASCONE ai vertici della La IV gamma snella Piana del Sele Successivo “Il mare di Hemingway”: in un film il soggiorno ad Acciaroli del grande scrittore