SERRE. Annamaria Goglia, dalle lotte antididascarica alla candidatura a sindaco. Con lei c’è il ritorno alla politica attiva di Palmiro Cornetta

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e scarpe

“Quando Palmiro lottava giù a Valle della Masseria, Annamaria Goglia era a capo della squadra che faceva funzionare il comune di Serre, che mai ebbe a soffrire per via di quell’impegno straordinario di mobilitazione”. Così a Serre mi spiegano il “chi è” della donna che Palmiro Cornetta al suo ritorno attivo nella politica locale ha voluto far candidare nel ruolo più importante. Sì, adesso è solo designata alla sfida dell’uscente Franco Mennella, stimato ingegnere e placido sindaco. C’è poi un altro Cornetti – il cognome qui ha delle varianti che sfumano tra il dolce e il telefonico – Luigi detto Gigino – erede del pezzo più importante di una tradizione culturale e politica affondata nelle radici delle battaglie per l’emancipazione degli ultimi.
Ha scelto il volto di classica bellezza alburnina della Goglia, ne ha fatto il suo emblema, ma Palmiro Cornetta è un lottatore capace, e i più oggi scommettono anche sulla storia bella di portare, per la prima volta, una donna a diventare sindaco di Serre. Siccome questi protagonisti li conosco bene, qualcuno anche fin dai tempi dell’adolescenza inquieta degli anni Settanta, so bene della sincerità di Palmiro Cornetta che ci andrà a “carro armato” pur di cogliere questo risultato che, come si dice nella terminologia sportiva, è alla sua portata. Intanto auguri a Annamaria . [Oreste Mottola]

 

Senza categoria

Informazioni su orestemottola

BIOGRAFIA A MODO MIO Oreste Mottola è nato a Altavilla Silentina nel 1960. Il diploma in agraria è del 1979 dopo aver abbandonato gli iniziali studi liceali. Nell’anno prima del terremoto, evento spartiacque per la sua generazione, due viaggi lo influenzeranno molto. Con l’amico Rosario Lucia, quasi come nei “diari della motocicletta” di Che Guevara, percorreranno l’intera Valle del Calore – luogo a lui fino a quel momento sconosciuto – e, da quel punto in poi, ai problemi del comprensorio tra Vallo di Diano e Cilento dedicherà il suo impegno civile prima ancora che professionale. Nell’isola spagnola di Maiorca è protagonista di un raduno giovanile internazionalista dedicato al Mediterraneo. Invece di spiccare il volo per ben altri lidi resta qui, tra Paestum e il Cervati, Persano e monte Motola. Giornalista, è stato per quasi vent’anni collaboratore del quotidiano “Il Mattino”. Attualmente è in forze al settimanale “Unico”. E’ autore di diverse pubblicazioni editoriali, tra le quali “I paesi delle Ombre”, ed. Magna Graecia

Lascia un commento